Costellazione del mese — gemelli pt.2

Ed eccoci arrivati alla seconda parte che concluderà la costellazione del mese, i Gemelli!

Come scritto in precedenza, le stelle principali di questa costellazione sono Castore e Polluce. Essi, per i Greci, erano noti come i Dioscuri, ovvero figli di Zeus. Ma non tutti i mitologi erano d’accordo su questo fatto. La loro madre era Leda, Regina di Sparta, che visitò Zeus sotto forma di cigno. Quella stessa notte, però, Leda giacque anche con suo marito, il re Tindaro. Entrambe le unioni furono allietate da prole: secondo i mitologi, quindi, Polluce ed Elena erano figli di Zeus, mentre Castore e Clitennestra erano figli di Tindaro.

Castore e Polluce, però, erano molto legati, tant’è che non litigavano mai né mai agirono senza prima consultarsi. Si diceva che si assomigliassero fisicamentr e che si vestissero allo stesso modo. Castore era un famoso cavaliere e guerriero e insegnò a Eracle a tirare di scherma, mentre Polluce era un campione di pugilato.

Il mito collegato a questa costellazione parla del viaggio di Castore e Polluce insieme alla spedizione di Giasone e degli Argonauti alla ricerca del vello d’oro. Polluce fu utile quando gli Argonauti approdarono in una regione dell’Asia Minore governata da un figlio di Poseidone, Amico, che non permetteva ai visitstori di andarsene se prima non si battevano con lui in un incontro di pugilato che lo vedeva sempre vincitore. Amico si recò sulla spiaggia dove la nave era agli ormeggi e sfidò l’equipaggio a trovare qualcuno che lo sfidasse. Polluce accettò immediatamente e i due iniziarono a combattere, con Polluce vincente.

Dopo quell’episodio, i gemelli diventarono i protettori dei marinai, potere dato da Poseidone, il dio del mare.

Successivamente, però, si scontratono mortalmrntr con altri due gemelli: Idas e Linceo. Essi erano fidanzati con Febe e Ilaria, ma Castore e Polluce gliele rubarono. Castore fu trafitto mortalmente da una spads sguainata da Linceo, che venne ucciso immediatamente da Polluce. Idas attaccò Polluce ma fu respinto da una folgore di Zeus. I due gemelli sarebbero stati separati per sempre: Polluce era immortale poiché figlio di Zeus e Castore era mortale perché figlio di Tindaro. Polluce implorò il padre di morire con Castore, deciso a rinunciare alla sua immortalità. Zeus ammise allora i gemelli nell’Olimpo dove li fece vivere e morire un giorno ciascuno, innalzandoli, poi, in cielo come costellazione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...