CIBI ACIDI O ALCALINI? CURIAMO IL NOSTRO PH!

È conosciuto da pochissimi, ma il mondo dell’alcalino si sta facendo strada nelle case di tutti per migliorare la nostra salute e il nostro benessere psico-fisico.
Oggi ne affrontiamo insieme un pezzettino, speranzosa nel fatto di avere un riscontro positivo dai miei lettori.
Come ben si sa, consigliatissime sono per la salute dell’uomo l’attività fisica e una dieta equilibrata e sono sconsigliatissimi per l’organismo fumo, alcol e droghe.
Ma non tutti sanno che noi, all’interno del nostro corpo abbiamo un valore chiamato pH (misuratore di acidità o basicità). Per stare bene in salute l’interno del nostro corpo dovrebbe avere un pH di 7-7.5, quindi neutro; invece l’esterno, la pelle e la cute dovrebbe avere un pH più acido di circa 4-5.
PER STARE BENE? Sì, è esattamente così. Per evitare patologie lievi e più gravi è importante prestare attenzione anche a questo aspetto del nostro corpo, appunto il pH.
Un pH troppo basso sfavorisce la buona salute, perché alcune cellule del nostro corpo non ricevendo la giusta ossigenazione e non essendo in un ambiente favorevole per il proprio sviluppo, hanno più possibilità di “impazzire” e generare problemi all’organismo.
COSA EVITARE QUINDI? Si consiglia di evitare alcol, fumo e droghe, fattori altamente acidificanti per il nostro corpo. Un altro fattore acidificante è l’inquinamento con cui veniamo perennemente a contatto tutti i giorni. Anche lo stress è un fattore acidificante, CONSIGLIATISSIMA LA CALMA E LA QUIETE 😉

how-do-you-reduce-food-cravings-by-reducing-stress1_127717
E IL CIBO? Di cibo ne abbiamo un enorme quantità e lo classifichiamo in quattro categorie principali: cibi acidi, super acidi, alcalini e super alcalini.
I cibi acidi (pH 4-6) sono spaghetti, fiocchi di mais, riso bianco, pane di segale, pane bianco, latte intero, lenticchie, e prodotti di origine animale in genere.
Nei cibi super acidi (pH 1-3) rientrano prodotti di origine animale come i latticini, il riso integrale, l’avena rotolata, il pane di grano intero, le arachidi, le noci, il salame, la carne in scatola, la salsiccia, il pollo, le aringhe, le trote e le uova.
Queste due categorie sono da evitare o addirittura eliminare se ci basiamo sulla scala del pH ma ciò non è possibile in quanto apportano al nostro organismo altri nutrienti necessari ed indispensabili; infatti, è consigliato alternare i cibi acidi con quelli alcalini e super alcalini.
I cibi alcalini (pH 7-8) sono spinaci, uvetta, datteri, stevia, olio di oliva, lime, prezzemolo, broccoli, aglio e succhi vegetali. Nei cibi super alcalini (pH 8-9) vediamo invece la gran parte di frutta e verdura come zucchine, cavolfiori, peperoni verdi, cetrioli, pomodori, melanzane, lattuga, fagiolini verdi, cipolle, funghi, albicocche, kiwi, ciliegie, banane, fragole, pesche, arance, succo di limone, pere, ananas, anguria, sedano e carote.
Nell’acquisizione di frutta e verdura vanno prediletti sempre gli estratti anziché le centrifughe o i frullati. La centrifuga surriscalda il frutto distruggendo la quasi totalità delle sue vitamine; l’estrattore, invece, lavorando lentamente (dai 35 ai 40 giri al minuto) non distrugge le vitamine né le surriscalda e fa assumere al consumatore l’intero apporto nutritivo del suo frutto.
CURATE LA VOSTRA ALIMENTAZIONE SEMPRE!

cibi-acidi-e-basici

.

Seguirà ulteriore articolo sull’acqua alcalina, CONTINUATE A SEGUIRCI 😉

2 pensieri su “CIBI ACIDI O ALCALINI? CURIAMO IL NOSTRO PH!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...