Gangsta.

Edito per la prima volta in Giappone nel 2011 dalla Shinchosha, e pubblicato in Italia nel 2014 dalla Panini Comics, Gangsta, della mangaka Kohske personifica ogni desiderio degli appassionati di seinen.

giphy
Ambientato ad Ergastulum, città dove vige la legge della strada, dove i vari quartieri sono spartiti tra famiglie mafiose e gruppi mercenari e dove la polizia, spesso e volentieri, chiude entrambi gli occhi davanti agli spargimenti di sangue.
É in questo clima di degrado che incontriamo in prima battuta la bellissima
Alex Benedetto, una prostituta che passeggia per i vicoli della città alla caccia di clienti, lo sguardo perso e totalmente arrendevole.
Ma non è lei la protagonista di questa storia, che mescola mafia e mercenari.
Worick Arcangelo e Nicolas Brown sono “benrya”, dei tutto fare che per denaro risolvono problemi: i due fanno tutto ciò che è necessario, dai pestaggi, alle consegne a domicilio fino ad arrivare all’omicidio. Non fanno domande, non commettono errori, l’unica cosa che conta è il denaro.

 

Nic è sordo.
Worick ha un occhio solo.
Li unisce un passato di sangue e dolore.
Sono benrya, tuttofare.
Il loro compito?
Eliminare persone.
E cose del genere…


Gangsta è un manga che ti prende fin dal primo capitolo, ti fa divorare pagina dopo pagina l’universo di Ergastulum, sporco, violento, spietato e sexy.
Affronta tematiche davvero forti come la discriminazione razziale. La città infatti, nasce per accogliere le truppe mercenarie durante la guerra ma finisce per essere il getto dei Twilight, che non ne possono varcare i suoi confini, pena la morte.
Nicolas è un Twilight, “uno con la piastrina”, ossia un essere umano dotato di una grande forza fisica e capacità sovrumane grazie all’assunzione di un farmaco, il Celeber, che provoca un deperimento fisico veloce, infatti la vita media di un Twilight è di 30 anni, e spesso il pagamento di un dazio fisico, che per Nic è la sordità.  Per venire identificati sono costretti a indossare una piastrina militare, che definisce anche il loro grado di forza in base al loro livello.
Ma se è vero che gran parte del fascino di questo manga sta nelle vicende affrontate da Nic, Worick e Alex, è anche vero che il background personale di ogni singolo personaggio che incontriamo, alza di molto l’asticella qualitativa dell’opera.
Ma non voglio fare spoiler, basti sapere che il passato e il presente dei nostri protagonisti è strettamente legato.

a36c7a53f10f18cb93c138544b071851


Il tratto di Kohske è netto e spigoloso, ci ricorda costantemente le difficoltà di vivere nell’universo di Gangsta e ci guida nel marasma di eventi che si susseguono e che porteranno a svelare i misteri di questa città-prigione.

Il manga è diventato anche un anime, che potete trovare sul canale YouTube, Yamato Animation.
É presente soltanto la prima stagione con tredici episodi da 24 minuti. Purtroppo al momento il manga è sospeso al volume 7, a causa di alcuni problemi di salute dell’autrice.
Ma spero e prego che, quanto prima, il viaggio per le vie di Ergastulum continui.
Vi lascio di seguito l’opening, che a mio parere, crea le giuste aspettative.
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...