Pasta al tonno rivisitata per universitari disperati.

La pasta al tonno si sa, è il piatto per eccellenza dell’universitario disperato. Condito con il classico “pinna gialla”, acquistato rigorosamente in lattina e possibilmente in confezioni salvavita ad altissimo tasso di risparmio, questo piatto è la salvezza di coloro i quali non hanno tempo per respirare un attimo di vita, figuriamoci per cucinare. È possibile trasformare questa banale e talvolta noiosa ricetta in qualcosa di più gustoso, aggiungendo solo pochi economici ingredienti e mantenendo comunque tempi ridottissimi? La risposta è sì. Le seguenti ricette sono delle rivisitazioni della classica pasta con tonno, sempre ovviamente in chiave economica, volte al fine di salvare lo studente dalla monotonia culinaria quotidiana.

Spaghetti al tonno, olive e origano

Questa freschissima ricetta prevede l’utilizzo della pasta lunga tra le più impiegate nelle cucine italiane, gli spaghetti, e degli ingredienti facilmente reperibili ovunque, come olive (sì, ovviamente anch’esse in scatola), origano e, perché no, anche qualche cappero se si vuole dare un sapore più deciso. Mentre la pasta cuoce, in una padella antiaderente aggiungete due cucchiai di olio d’oliva, tre mestoli di acqua di cottura e la scorza di limone grattugiata in precedenza. Aggiungete in seguito le olive sgocciolate e, infine, scolati gli spaghetti, sarà necessario soltanto versarli nella padella con il condimento e farli saltare per qualche minuto. Condite con qualche cappero et voilà!

Pasta con tonno, pomodorini secchi e cipolla di tropea

Anche per questa ricetta sarebbe preferibile l’impiego di pasta lunga ma, ovviamente come afferma la filosofia dello studente di fretta, ci si accontenta di ciò che la dispensa offre e, dunque, può tranquillamente essere sostituita da una di un qualsiasi altro tipo. Innanzitutto tagliate a fette sottili una cipolla di tropea (quella rossa, per intenderci), fatela rosolare a fuoco basso in una padella con due cucchiai di olio di oliva. Aggiungete il tonno, sgocciolato e sfilacciato per bene e i pomodorini secchi. Amalgamate il tutto e mescolate per qualche minuto. A questa deliziosa composizione aggiungete la pasta (lessata ovviamente), saltate a fuoco basso per qualche minuto e infine gustatevela prima della famigerata lezione delle 3 di pomeriggio.

Pasta fredda con tonno, mozzarella e pomodorini freschi

Capita spesso che magari, presi dai ritmi frenetici e in preda alla distrazione, ci si ritrovi a versare molta più pasta del necessario dentro l’acqua che bolle, finendo inevitabilmente per sprecarla. Buttarla via? Non ci pensate neanche! La pasta avanzata può diventare una risorsa preziosissima, specie per l’impiego di questa ricetta. Conservata in frigo, infatti, la pasta può comodamente trasformarsi in una insalata di pasta anche detta pasta fredda. Alla pasta avanzata basterà semplicemente aggiungere dei pomodorini freschi tagliati a metà conditi con olio sale, una mozzarella tagliata a dadini, il nostro tonno sgocciolato e qualche foglia di basilico per insaporire delicatamente. Una spolverata di pepe e via, un pasto semplicissimo e anti-spreco comodissimo da portare anche in università dentro i porta pranzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...